Normativa nazionale


Fonti costituzionali

Normativa in materia di pari opportunità

  • Art. 14 Legge 7 agosto 2015, n. 124 – Deleghe al Governo in materia di razionalizzazione delle amministrazioni pubbliche – Promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche
  • D.M. 12 febbraio 2013 – Istituzione Gruppo di lavoro con funzioni di monitoraggio e vigilanza di cui all’art. 4 del D.P.R. 30 novembre 2012, n. 251
  • D.P.R. del 30 novembre 2012, n. 251 - Regolamento concernente la parità di accesso agli organi di amministrazione e di controllo nelle società’, costituite in Italia, controllate da pubbliche amministrazioni, ai sensi dell’articolo 2359, commi primo e secondo, del codice civile, non quotate in mercati regolamentati, in attuazione dell’articolo 3, comma 2, della legge 12 luglio 2011, n. 120. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.23 del 28 gennaio 2013
  • Legge 12 luglio 2011, n. 120, “Modifiche al testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernenti la parità di accesso agli organi di amministrazione e di controllo delle società quotate in mercati regolamentati.”
  • Direttiva Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e Ministro per le Pari Opportunità dd. 4 marzo 2011, “Linee guida sulle modalità di funzionamento dei “Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni” (art. 21 Legge 4 novembre 2010, n. 183)”
  • Legge 4 novembre 2010, n. 183, “Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l’impiego, di incentivi all’occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonche’ misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro”
  • D.lgs. 11 aprile 2006, n. 198 – “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”
  •      Libro I – Disposizioni per la promozione delle pari opportunità tra uomo e donna
         Libro II – Pari opportunità tra uomo e donna nei rapporti etico-sociali
         Libro III – Pari opportunità tra uomo e donna nei rapporti economici
         Libro IV – Pari opportunità tra uomo e donna nei rapporti civili e politici

  • Legge 10 aprile 1991, n. 125, “Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro”

Tutela della maternità e paternità

  • Art. 14 Legge 7 agosto 2015, n. 124, “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” contenente disposizioni per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche
  • D. lgs. 15 giugno 2015, n. 80, “Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell’articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre 2014, n. 183″
    • D.lgs. 26 marzo 2001, n. 151,”Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell’articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53″
    • Legge 8 marzo 2000, n. 53,”Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città”

    Detenute madri

    • Legge 21 aprile 2011, n. 62, “Modifiche al Codice di procedura penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, e altre disposizioni a tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori”
    • Legge 8 marzo 2001, n. 40, “Misure alternative alla detenzione a tutela del rapporto tra detenute e figli minori”
    • Legge 26 luglio 1975, n. 354, art. 21-bis, art.47-quinquies, e successive modificazioni, “Norme sull’ordinamento penitenziario e sull’esecuzione delle misure privative e limitative della libertà”
    • Codice penale:art. 146 (Rinvio obbligatorio dell’esecuzione della pena)art. 147 , comma 1, numero 3 (Rinvio facoltativo dell’esecuzione della pena)art. 211-bis (Rinvio dell’esecuzione delle misure di sicurezza)
    • Codice di procedura penaleart. 275, comma 4 (Criteri di scelta delle misure)

    Immigrazione e cittadinanza

    IMMIGRAZIONE

    • D.lgs 25 luglio 1998, n. 286,”Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”, come modificato dalla legge 30 luglio 2002, n. 189 (cosiddetta legge”Bossi-Fini”)
    • D.L. 30 dicembre 1989, n. 416, artt. da 1 a 1-septies,”Norme urgenti in materia di asilo politico, di ingresso e soggiorno dei cittadini extracomunitari e di regolarizzazione dei cittadini extracomunitari ed apolidi già presenti nel territorio dello Stato”, convertito in legge con legge 28 febbraio 1990, n. 39

    CITTADINANZA

    Tratta di esseri umani

    • Legge 2 luglio 2010, n. 108, “Ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani, fatta a Varsavia il 16 maggio 2005, nonche’ norme di adeguamento dell’ordinamento interno”
    • D.lgs 25 luglio 1998, n. 286, art. 18, “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”, come modificato dalla legge 30 luglio 2002, n. 189 (cosiddetta legge”Bossi-Fini”)
    • Legge 11 agosto 2003, n.228, “Misure contro la tratta di persone”, artt.12 e 13
    • Legge 20 febbraio 1958, n. 75, “Abolizione della regolamentazione della prostituzione e lotta contro lo sfruttamento della prostituzione altrui”
    • Codice penale:art. 600 (Riduzione e mantenimento in schiavitù o in servitù)art. 601 (Tratta di persone)art. 602 (Acquisto o alienazione di schiavi)art. 604 (Fatto commesso all’estero)

    Violenza contro le donne

    Minori

    • Legge 6 febbraio 2006, n. 38, “Disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche a mezzo Internet”
    • Legge 3 agosto 1998, n. 269, “Norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali nuove forme di riduzione in schiavitù”

    Diritti dei diversamente abili

    Parità di trattamento e non discriminazione

    • D.lgs 9 luglio 2003, n. 215,”Attuazione della direttiva 2000/43/CE per la parità di trattamento tra le persone indipendentemente dalla razza e dall’origine etnica”
    • D.lgs 9 luglio 2003, n. 216, “Attuazione della direttiva 2000/78/CE per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro”
    • D.L. 26 aprile 1993, n. 122,”Misure urgenti in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa”, convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge 25giugno 1993, n. 205
    • Legge 13 ottobre 1975, n. 654,”Ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966″

    Istituzioni e organismi di parità

    DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA’

    • Direttiva 23 maggio 2007 “Misure per attuare parità e pari opportunità tra uomini e donne nelle amministrazioni pubbliche (c.d. “Direttiva Pollastrini – Nicolais”)
    • D.M. 30 settembre 2004, Riorganizzazione del Dipartimento per le pari opportunità
    • D.P.C.M. 28 ottobre 1997, n. 405, Regolamento recante istituzione ed organizzazione del Dipartimento per le pari opportunità nell’ambito della Presidenza del Consiglio dei Ministri
    • Direttiva P.C.M. 27 marzo 1997, “Azioni volte a promuovere l’attribuzione di poteri e responsabilità alle donne, a riconoscere e garantire libertà di scelte e qualità sociale a donne e uomini” (c.d. “Direttiva Prodi-Finocchiaro”)

    COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITA’ TRA UOMO E DONNA

    • D.P.R. 20 gennaio 2009, n. 8, Regolamento recante modifiche e integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 115, concernente il riordino della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna
    • D.P.R. 14 maggio 2007, n. 115, Regolamento per il riordino della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’articolo 29 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248

    Diritto alla salute

    Diritto di famiglia