In libreria

La violenza sulle donne e sui minori. Una guida per chi lavora sul campo
Marzo 2017

La violenza contro le donne e i minori è frequente, ha effetti devastanti sulle vittime e sull’intera comunità, ma rimane spesso invisibile. Le risposte sociali in proposito sono a tutt’oggi ancora frammentate o insufficienti. Il volume si rivolge a coloro che, nel loro lavoro, incontrano vittime di violenza e vogliono aiutarle. Per capire il fenomeno e intervenire correttamente è essenziale un approccio di rete. Per questo, il libro ha un taglio multidisciplinare: hanno collaborato, infatti, esperti di vari ambiti – servizi sociosanitari, magistratura, forze dell’ordine, scuola, associazioni femminili, università – vincendo la sfida di realizzare un testo coerente, pur nella diversità di punti di vista e di linguaggi. Questa nuova edizione tiene conto delle novità degli ultimi anni, soprattutto sul piano legislativo, cogliendo così l’occasione per arricchire il testo, che, chiaro, preciso e ricco di indicazioni pratiche, è uno strumento indispensabile per la formazione sul tema e per tutti coloro che sono impegnati a contrastare la violenza e a sostenere le vittime.

“La violenza sulle donne e sui minori Una guida per chi lavora sul campo”, a cura di Patrizia Romito, Natalina Folla, Mauro Melato,  Carocci Faber – I Manuali (ISBN 9788874667635).


Violenza di genere, politica e istituzioni
Giugno 2015

“La violenza è parte della nostra quotidianità, è costitutiva della dimensione strutturale dei rapporti tra i sessi. La violenza è rilevatrice di stereotipi, di un immaginario di modelli di sessualità e di coppia, modelli di famiglia, dell’attribuzione di attitudini presunte a donne e uomini e di modelli di relazione”.
Queste parole, tratte dal contributo di Stefano Ciccone, fanno riflettere sulle caratteristiche della violenza di genere, della quale non si sottolinea mai abbastanza il carattere strutturale e continuativo: il fenomeno, infatti, non rappresenta un’emergenza, da contrastare con misure urgenti, né un fatto estemporaneo, dovuto esclusivamente a situazioni patologiche, né tanto meno un fatto privato, che interessa soltanto vittime ed autori.
Il volume, che intende prendere in considerazione il tema complesso e articolato della violenza di genere (e non semplicemente della violenza contro le donne), propone una precisa indagine in chiave storica, giuridica e politologica, riproponendo gli esiti della terza edizione del Corso “Donne, Politica e Istituzioni”, realizzato, con il coordinamento di Maria Antonella Cocchiara, presso l’Università degli Studi di Messina.
Una pubblicazione che rappresenta un’analisi dettagliata e completa, che, a partire dalle norme dell’ordinamento e del loro evolversi, esamina le cause del fenomeno e le sue manifestazioni, anche le meno evidenti, al fine di proporre idonee misure di prevenzione e di contrasto. L’indagine si estende anche alle tematiche delle violenze nei luoghi di lavoro e alle figure preposte in tale ambito.
L’aspetto storico, qui indagato, si arricchisce, infine, di riferimenti ad alcune esperienze concrete, che hanno viste alcune vittime trasformarsi, loro malgrado, in promotrici di cambiamento.
Perché la storia, si sa, è anche la storia delle persone.

“Violenza di genere, politica e istituzioni”, a cura di Maria Antonella Cocchiara, Giuffrè editore, Milano, 2014 (ISBN 9788814201103)

Lavoro e carriere nell’Università. Gli organismi di parità e la promozione dell’equità di genere.
Aprile 2015

Il volume raccoglie i contributi presentati in occasione del convegno organizzato, nell’aprile del 2014, dalla Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle università italiane in collaborazione con la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Occupazione, conciliazione dei tempi e carriere costituiscono gli assi portanti della Strategia europea per lo sviluppo, il benessere e la coesione sociale. All’interno di tali istanze l’equità di genere rappresenta un obiettivo imprescindibile perché i sistemi di welfare diventino non solo costi ma investimenti per la realizzazione e l’autonomia delle persone. L’articolazione dei saggi segue il filo conduttore dei temi ritenuti rilevanti in una prospettiva di promozione dei saperi delle donne, considerando i cambiamenti dell’università inseriti nel più ampio contesto della crisi economica che ha investito il nostro Paese.

“Lavoro e carriere nell’Università. Gli organismi di parità e la promozione dell’equità di genere”, a cura di Rita Biancheri e Patrizia Tomio, Edizioni ETS, 2015

http://www.edizioniets.cominfo@edizioniets.com

L’autonormazione etica nella Pubblica Amministrazione

Marzo 2010

Dalla collaborazione tra il Comitato Pari Opportunità dell’Università di Camerino e la Conferenza nasce una nuova pubblicazione su un tema di estrema attualità “Codici etici, di condotta e consiglieri di fiducia nelle università italiane”, a cura di Patrizia David e Sara Spuntarelli. Si tratta di una raccolta degli interventi presentati in occasione di una giornata di studio organizzata, nell’aprile 2009, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Camerino, che affronta i temi dell’autonormazione etica, sia attraverso un approccio teorico che pragmatico, che emerge dalle concrete esperienze raccolte in ambito accademico e non. Il volume, dopo un’analisi sulle ragioni che spingono le organizzazioni a dotarsi di regole concernenti il comportamento dei propri dipendenti, passa ad esaminare gli atti formali (codici) assunti in materia in ambito universitario. La riflessione prosegue, affrontando i temi dell’efficacia delle regole etiche nell’ordinamento generale e della loro effettività, fino ad estendersi ai valori ed ai principi che dovrebbero essere espressi nei codici etici assunti in particolare nell’ambito di istituzioni come le università. Non mancano poi considerazioni circa le modalità di redazione di tale atti, circa il ruolo e le funzioni delle/dei Consigliere/i di Fiducia, figure necessariamente connesse all’approvazione dei codici di condotta, nonché sulle funzioni che i Comitati Pari Opportunità possono esercitare nell’adozione di tali strumenti.

“Codici etici, di condotta e consiglieri di fiducia nelle università italiane”, a cura di Patrizia David e Sara Spuntarelli, Aras Edizioni 2009

http://www.arasedizioni.cominfo@arasedizioni.com

Violenza sulle donne: cominciamo a combattere gli stereotipi

Novembre 2009

È stato pubblicato in queste settimane un volume che raccoglie i contributi emersi nell’ambito di due importanti convegni promossi dai Comitati Pari Opportunità delle università di Venezia Cà Foscari e Trento nel novembre dello scorso anno, in occasione dell’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani. Un’occasione per sperimentare concretamente la possibilità di collaborare ad un progetto comune, consentendo l’analisi di un fenomeno dai molteplici aspetti, che, per le sue dimensioni e diffusione trasversale, rappresenta indubbiamente un fenomeno sociale di estrema gravità.

Il tema è stato declinato in un’ottica multidisciplinare, con il coinvolgimento di sociologi, giuristi, linguisti, magistrati, politici, medici, operatori dei centri antiviolenza, componenti organismi di parità. La discriminazione nei linguaggi, il tema dei genocidi e della violenza verso le donne nei contesti di guerra, il riferimento a modelli familiari non paritari, la mancata percezione da parte delle vittime della violenza come tale, la difficoltà nel rapportarsi con le istituzioni, desumibile anche dal limitato numero di denunce, la necessità di adeguamento delle normative e di sostegno alle strutture che si occupano del fenomeno, anche favorendo la creazione di collegamenti tra i diversi soggetti coinvolti, l’esigenza di attuare forme di prevenzione, attraverso modelli educativi diversi, il ruolo dei mass media e degli stereotipi, la possibilità di offrire, da parte degli Atenei, servizi di formazione per gli operatori coinvolti, sono alcuni degli interessanti stimoli emersi durante la discussione. Le Università, anche attraverso l’attività dei Comitati Pari Opportunità, possono avere un ruolo significativo nel far conoscere il fenomeno, dialogando con le istituzioni ed il territorio; offrendo, in particolare, strumenti per la comprensione delle radici storico culturali della violenza, ma anche prospettive in termini di prevenzione e contrasto, in primis sul fronte della formazione.

Per informazioni sul volume “Mi fai male…”, a cura di Giuliana Giusti e Susanna Regazzoni, Università Ca’ Foscari Venezia – Comitato per le Pari Opportunità, 2009 rivolgersi a:

Libreria Editrice Cafoscarina srl

Dorsoduro 35129

30123 Venezia

http://www.cafoscarina.it